Leggi anche:

Grissini

Categoria Salati - Lievitati

Si narra che i grissini, di origine Torinese, sono stati inventati da un panettiere nel 1679 per poter nutrire il futuro re Vittorio Amedeo II che fin dalla nascita soffriva di disturbi intestinali causati dall' incapacità di digerire la mollica del pane.
Il grissino croccante divenne il pane preferito in casa Savoia, anche oggi conosciuto e apprezzato in tutto il mondo sopratutto per la loro croccantezza.

ricetta, ricette, grissini
facebook twitter google+ pinterest email
Preparazione: 15 minuti + 4h di lievitazione
Cottura: 10 minuti
Difficoltà: bassa

Ingredienti

·400 gr di farina di grano duro

·35 gr di strutto

·150 ml di acqua

·2 cucchiai di olio e.v.o

·7 gr di lievito di birra fresco

·6 gr di sale

·1 cucchiaino di zucchero

Preparazione

Per preparare i grissini sciogliete nell’acqua il lievito con lo zucchero. Mettete in un mixer la farina setacciata, lo strutto, il sale e l’olio; azionate il mixer e versatevi il composto di acqua e lievito (l’impasto deve risultare granuloso).

Lavorate la pasta su un piano di lavoro con un po’ d’olio, avvolgete la pasta in un foglio di pellicola trasparente e lasciatelo lievitare, per circa 4h, fino a che non avrà raddoppiato il suo volume iniziale.

Trascorso il tempo necessario per la lievitazione stendete l’impasto (dello spessore di circa mezzo centimetro) dandogli la forma di un rettangolo e ricavate dal lato più corto del rettangolo (largo circa 18 cm) delle strisce larghe 1 cm. Date ai grissini una forma cilindrica facendoli rotolare sul piano di lavoro, sena tirare troppo il grissino.
Ricordate più le dimensioni dei grissini sono uguali, più i grissini cuoceranno in modo uniforme. Disponete i grissini su una teglia rivestita di carta da fono e cuoceteli a 200° per circa 10 minuti.

Stampa Stampa testo

Registrati per lasciare un commento.

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale